Venezuela al collasso: supermercati vuoti, niente farmaci e black out. Maduro: “Ci fanno la guerra come con Allende”

Adele Lapertosa, Il Fatto Quotidiano

Stare in coda 5-6 ore per entrare e fare acquisti nei negozi e supermercati, quasi sempre vuoti. Andare in farmacia e non trovare il farmaco che si sta cercando. Lavorare con blocchi programmati di energia e la mancanza d’acqua. È questa la realtà che da mesi stanno vivendo molti venezuelani, e che in tanti paragonano a quella del Cile di Salvador Allende prima del golpe di Pinochet. Continue reading…

Brasile in piazza con e contro Lula. Che succede a San Paolo? Intervista a Breno Altman

Tiziana Barillà, Left

Il 18 marzo più di un milione di persone hanno manifestato, nelle principali città del Brasile, contro l’impeachment e per dare solidarietà a Lula. La concentrazione maggiore si è registrata a San Paolo, dove 200mila persone hanno sfilato nella principale via della città. La società brasiliana appare nettamente divisa: la destra compie l’impresa e riunisce la classe media, specialmente i suoi strati più elevati, mentre la sinistra conserva i suoi militanti e può contare ancora su settori importanti della classe lavoratrice. Ne parliamo con Breno Altman, giornalista brasiliano e direttore di OperaMundi. Continue reading…

Elezioni Venezuela, Maduro in difficoltà nei sondaggi: per la prima volta dopo 17 anni il chavismo rischia di perdere

Adele Lapertosa, Il Fatto Quotidiano

Domenica il Venezuela va al voto e, per la prima volta in 17 anni, c’è la possibilità che il chavismo perda. I sondaggi danno i partiti di opposizione di destra in vantaggio di 10 punti e il presidente Nicolas Maduro ha già annunciato che, se l’opposizione dovesse vincere le elezioni politiche, scenderà “in piazza con il popolo e la Rivoluzione entrerebbe in un’altra fase”. Continue reading…

Ecuador: allerta nelle terre indigene amazzoniche

Orsetta Bellani, Arivista (Foto: O.B.)

Il Sote (Sistema de Oleoducto Transecuatoriano) serpenteggia tra le vallate dell’Ecuador. L’oleodotto di 530 km attraversa una geografia di fiumi e ruscelli, costeggia montagne di 3mila metri e scende fino a toccare la selva tropicale. Nella sua pancia porta il petrolio estratto dai pozzi della foresta amazzonica fino alle raffinerie di Esmeraldas, sulla costa del Pacifico, attraversando le Ande.
Il Sote si nasconde sottoterra per lunghi tratti, ma per buona parte del suo viaggio resta sospeso a meno di un metro d’altezza. Continue reading…