Brasile in piazza con e contro Lula. Che succede a San Paolo? Intervista a Breno Altman

Tiziana Barillà, Left

Il 18 marzo più di un milione di persone hanno manifestato, nelle principali città del Brasile, contro l’impeachment e per dare solidarietà a Lula. La concentrazione maggiore si è registrata a San Paolo, dove 200mila persone hanno sfilato nella principale via della città. La società brasiliana appare nettamente divisa: la destra compie l’impresa e riunisce la classe media, specialmente i suoi strati più elevati, mentre la sinistra conserva i suoi militanti e può contare ancora su settori importanti della classe lavoratrice. Ne parliamo con Breno Altman, giornalista brasiliano e direttore di OperaMundi. Continue reading…

Brasile, aperta inchiesta sull’ex presidente Lula per corruzione

Omero Ciai, Repubblica.it (Foto: Orsetta Bellani)

La “Mani pulite” brasiliana è arrivata dove ormai tutti da settimane s’aspettavano che arrivasse: l’ex presidente brasiliano Lula è ora ufficialmente iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Brasilia. Secondo i giudici Lula ha utilizzato in più occasioni la sua influenza, come ex presidente dal 2011, per favorire l’assegnazione di contratti internazionali a Odebrecht, la holding brasiliana delle costruzioni. Continue reading…

La destra brasiliana: «Fuori Dilma, vogliamo i militari»

Geraldina Colotti, Il Manifesto

Di certo, il par­tito di governo (Pt) ha più di una pecca da farsi per­do­nare, in Bra­sile. Di certo, le cri­ti­che alla gestione di Dilma Rous­seff non arri­vano solo da destra. Di certo, lo scan­dalo sulla cor­ru­zione della petro­li­fera Petro­bras evi­den­zia una crisi a tutto campo del sistema poli­tico. Tut­ta­via, i car­telli innal­zati dai mani­fe­stanti che dome­nica hanno sfi­lato con­tro la pre­si­dente in 147 diverse città del Bra­sile non lasciano dubbi sulla natura della pro­te­sta. Pro­spet­tano una minac­cia inquie­tante, tutt’altro che por­ta­trice di mag­gior demo­cra­zia come hanno pre­teso invece gli orga­niz­za­tori: «Fuori Dilma, chie­diamo l’intervento mili­tare», dice­vano car­telli e slogan. Continue reading…