I colombiani bocciano la pace

Orsetta Bellani, Il Fatto Quotidiano (Foto: Christian Escobar Mora/EFE)

Erano le sei di domenica pomeriggio quando la Colombia ha scoperto di essere ancora in guerra. Il plebiscito popolare non ha approvato gli accordi di pace firmati il 26 settembre tra il governo e il gruppo guerrigliero delle Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia (FARC) dopo quasi 52 anni di guerra e 4 di negoziazioni, e che prevedeva la smobilitazione delle FARC, la loro integrazione alla vita politica, una riforma agraria e un sistema di giustizia transizionale per giudicare i crimini di guerra. Continue reading…