Messico & Donald Trump, la faccia cattiva dell’America

Orsetta Bellani, Il Fatto Quotidiano

All’annuncio dell’incontro tra Donald Trump e il presidente messicano Enrique Peña Nieto, gli utenti delle reti sociali si sono scatenati. “Montezuma invitò a pranzo Hernán Cortés e andò molto bene. È quello che hanno detto a Peña i suoi consiglieri”, dice uno dei post più condivisi e che ricorda quando, nel XVI secolo, l’imperatore azteca accolse a braccia aperte il conquistador che poi sterminò il suo popolo. Continue reading…

Messico Amaro

Anabel Hernández, D Repubblica (Foto: Orsetta Bellani)

La sparizione di 43 studenti della scuola rurale di Ayotzinapa, avvenuta il 26 settembre del 2014 a Iguala, nello stato messicano di Guerrero, ha mostrato con violenza al mondo il vero volto della situazione che vive oggi il Messico: il susseguirsi di massacri di innocenti, le sparizioni coatte, l’impunità, la collusione a tutti i livelli dello stato con la malavita organizzata, e il fallimento totale del presidente Enrique Peña Nieto nel garantire pace, legalità e giustizia, elementi indispensabili per l’esistenza di una democrazia.
Continue reading…

Messico, Peña Nieto promette riforme (e reprime la protesta)

Federico Mastrogiovanni, Pagina99 (Foto: Orsetta Bellani)

A più di due mesi dalla sparizione forzata di 43 studenti della scuola di Ayotzinapa e l’uccisione di altri sei, non si placa la protesta della società civile messicana. Il primo dicembre era una data importante, il giorno in cui, due anni fa, ha prestato giuramento il presidente della Repubblica, Enrique Peña Nieto e già allora, nel 2012 il primo dicembre si è caratterizzato per proteste di massa dirette al neopresidente e al suo Partito della Rivoluzione Istituzionale (PRI), tornato al potere dopo 12 anni lontano dal governo.

Continue reading…