EZLN: Clandestine tra i clandestini

Orsetta Bellani, Arivista (Foto: O.B.)

“Ho dovuto lasciare il mio villaggio in cerca di lavoro,
spinta dalla necessità, perché non c’era di che vivere.
Una volta arrivata in città mi sono accorta che lì la situazione
della donna è diversa rispetto alla campagna.
Mi sono resa conto che non è giusto che ci trattino
così, ho iniziato a capire e a prendere coscienza del
fatto che noi donne ci dobbiamo organizzare”.
Comandanta Ramona

 

Fabiana mi sveglia ogni mattina alle 4.30, quando il giorno non ha ancora illuminato la comunità. Assonnata, penzolo le gambe dal letto privo di materasso e mi copro dall’umidità pungente della Lacandona. In cucina ci aspetta una pentola di chicchi di mais bolliti, gialli e corposi. Li versiamo in un piccolo mulino e con fatica giriamo la manovella, finché non ne esce una farina così fi ne da poter formare una grande pagnotta gialla, che basterà a fare le tortillas per tutto il giorno e per tutta la famiglia. Continue reading…