La destra brasiliana: «Fuori Dilma, vogliamo i militari»

Geraldina Colotti, Il Manifesto

Di certo, il par­tito di governo (Pt) ha più di una pecca da farsi per­do­nare, in Bra­sile. Di certo, le cri­ti­che alla gestione di Dilma Rous­seff non arri­vano solo da destra. Di certo, lo scan­dalo sulla cor­ru­zione della petro­li­fera Petro­bras evi­den­zia una crisi a tutto campo del sistema poli­tico. Tut­ta­via, i car­telli innal­zati dai mani­fe­stanti che dome­nica hanno sfi­lato con­tro la pre­si­dente in 147 diverse città del Bra­sile non lasciano dubbi sulla natura della pro­te­sta. Pro­spet­tano una minac­cia inquie­tante, tutt’altro che por­ta­trice di mag­gior demo­cra­zia come hanno pre­teso invece gli orga­niz­za­tori: «Fuori Dilma, chie­diamo l’intervento mili­tare», dice­vano car­telli e slogan. Continue reading…