Quel che ci dice oggi il Sudamerica

Raúl Zibechi, Comune Info

La destituzione di Dilma Rousseff da parte del Senato più conservatore dal 1964 (anno del colpo di Stato contro João Goulart), chiude il ciclo progressista che era iniziato con l’insediamento di Luiz Inacio Lula da Silva il primo gennaio del 2003. Poiché il Brasile è il paese più importante della regione e quello che segna le tendenze, ci troviamo di fronte, nel breve periodo, a un punto di svolta irreversibile, in cui le destre conservatrici impongono la loro agenda. Continue reading…

I nemici nei forni: il lager de Los Zetas era un carcere

Orsetta Bellani, Il Fatto Quotidiano (Foto: Miguel Sierra/Epa)

Il carcere di Piedras Negras è stato utilizzato dall’organizzazione criminale Los Zetas come un campo di concentramento. L’inchiesta è della Procura Generale di Giustizia dello Stato di Coahuila, nel nord del Messico (le indagini sono iniziate nel 2014), e la settimana scorsa è arrivata una conferma dal Texas: Continue reading…

Guatemala al ballottaggio: si sfidano Jimmy Morales, ex comico, e Sandra Torres, accusata di reati elettorali

Orsetta Bellani, Il Fatto Quotidiano

Il Guatemala chiude le elezioni presidenziali nel momento più convulso degli ultimi vent’anni, con un presidente in carcere e migliaia di persone in strada a manifestare contro la corruzione del sistema politico. Il Paese andrà al ballottaggio il 25 ottobre. Il favorito è il comico Jimmy Morales, nuovo volto del Frente de Convergencia Nacional, un partito fondato da un gruppo di militari che parteciparono alla guerra civile guatemalteca (1960-1996) durante la quale si consumò il genocidio del popolo indigeno maya. A sfidarlo sarà Sandra Torres di Unidad Nacional de la Esperanza (UNE), ex moglie dell’ex presidente Álvaro Colom, accusata di reati elettorali dal Tribunal Supremo Electoral (TSE). Continue reading…

Brasile, aperta inchiesta sull’ex presidente Lula per corruzione

Omero Ciai, Repubblica.it (Foto: Orsetta Bellani)

La “Mani pulite” brasiliana è arrivata dove ormai tutti da settimane s’aspettavano che arrivasse: l’ex presidente brasiliano Lula è ora ufficialmente iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Brasilia. Secondo i giudici Lula ha utilizzato in più occasioni la sua influenza, come ex presidente dal 2011, per favorire l’assegnazione di contratti internazionali a Odebrecht, la holding brasiliana delle costruzioni. Continue reading…

Guatemala, tremano le alte sfere del potere

Geraldina Colotti, Il Manifesto

C’è allarme, in Gua­te­mala, tra le alte sfere del potere. Sabato, la popo­la­zione si è fatta sen­tire con una sto­rica mani­fe­sta­zione spon­ta­nea con­tro la cor­ru­zione e l’impunità. Stu­denti, sin­da­ca­li­sti, arti­sti e reli­giosi hanno sfi­lato per chie­dere le dimis­sioni del pre­si­dente Otto Pérez Molina e della vice­pre­si­dente, Roxana Bal­detti. All’origine c’è il cosid­detto scan­dalo La Linea, che ha evi­den­ziato una rete cri­mi­nale di tan­genti e cor­ru­zioni alle dogane in cui com­pa­iono diversi alti fun­zio­nari del governo. Continue reading…