EZLN. Terre recuperate, cooperative e lavoro collettivo

Orsetta Bellani, Arivista (Foto: O.B.)

Da bambino Francisco1 lavorava nella fattoria Santa Rita, vicino alla città di Ocosingo, dove il padrone Adolfo Nájera lo pagava 3 pesos al mese (circa 20 centesimi di euro). Nel 1989 l’indigeno maya tzeltal si trasferì con la sua famiglia nel Rancho Santa Lucía, un terreno di 481 ettari da cui si può godere di una bella vista sulle gole tra i monti che circondano la città. Continue reading…

Ezln, Questioni economiche

Orsetta Bellani, Arivista (Foto: O.B.)

Satoschi apre la busta e mostra una mazzetta di banconote. Sono 17mila pesos2 da consegnare alla Giunta di Buon Governo, spiega che li ha raccolti un collettivo pro zapatista giapponese durante un evento solidale.
Una nebbia spessa imbeve la montagna, impedendo di vedere al di là della sbarra che delimita l’accesso al Caracol di Oventic. Un uomo con il volto coperto dal passamontagna segna su un foglio i dati anagrafici miei, del ragazzo giapponese e dell’amico che mi accompagna. Continue reading…

Diga di El Quimbo in Colombia, un’eccellenza nefasta

Il fiume Magdalena

Tancredi Tarantino, Re:Common (Foto: Orsetta Bellani)

E adesso chi glielo dice a Matteo Renzi che il fiore all’occhiello degli investimenti italiani in Colombia è stato chiuso niente di meno che dalla Corte costituzionale di Bogotà?

Nella sua recente visita in Sudamerica, il premier italiano aveva elogiato Enel e la diga di El Quimbo, parlando addirittura di “eccellenza mondiale dell’idroelettrico e delle rinnovabili”. Un’eccellenza a cui la Consulta colombiana, lo scorso 10 dicembre, ha ordinato la sospensione dei lavori. Continue reading…