Colombia, fine conflitto 23 marzo 2016

Simone Bruno, QCode Magazine

La notizia è giunta mercoledì all’improvviso, dopo mesi in cui i negoziati dell’Avana tra governo e guerriglieri delle FARC stagnavano sul punto più complesso, quello della giustizia.
In gioco c’erano interessi difficili da conciliare, da una parte la necessità del presidente Juan Manuel Santos di non firmare un accordo di impunità e dall’altra gli interessi degli integranti del segretariato delle FARC, che hanno dichiarato più volte di non essere disposti a passare neppure un giorno in galera, a meno di non farlo con i generali, i politici e gli imprenditori che hanno armato i paramilitari. Continue reading…

Studenti scomparsi in Messico, sabato in piazza mentre la procura difende la ‘sua’ verità

Orsetta Bellani, LaRepubblica.it

Fino a un anno fa, Gildardo López Astillo era uno sconosciuto, uno dei tanti affiliati al cartello criminale messicano Guerreros Unidos. I media iniziarono a parlare di lui nell’ottobre 2014, quando nella città di Iguala apparse una narcomanta, uno striscione scritto su un lenzuolo, in cui si accusava le autorità di essere colluse con il narcotraffico, e affermava che i 43 studenti di Ayotzinapa scomparsi il 26 settembre 2014 erano vivi. Continue reading…

Guatemala al ballottaggio: si sfidano Jimmy Morales, ex comico, e Sandra Torres, accusata di reati elettorali

Orsetta Bellani, Il Fatto Quotidiano

Il Guatemala chiude le elezioni presidenziali nel momento più convulso degli ultimi vent’anni, con un presidente in carcere e migliaia di persone in strada a manifestare contro la corruzione del sistema politico. Il Paese andrà al ballottaggio il 25 ottobre. Il favorito è il comico Jimmy Morales, nuovo volto del Frente de Convergencia Nacional, un partito fondato da un gruppo di militari che parteciparono alla guerra civile guatemalteca (1960-1996) durante la quale si consumò il genocidio del popolo indigeno maya. A sfidarlo sarà Sandra Torres di Unidad Nacional de la Esperanza (UNE), ex moglie dell’ex presidente Álvaro Colom, accusata di reati elettorali dal Tribunal Supremo Electoral (TSE). Continue reading…

Studenti desaparecidos in Messico, inchiesta internazionale: “Ricostruzione dei pm è falsa, servizi e polizia sapevano”

Orsetta Bellani, Il Fatto Quotidiano

All’una e un quarto della notte del 26 settembre 2014 Carmen Mendoza ricevette un messaggio di testo del figlio adolescente. “Mamma, mi puoi fare una ricarica? È urgente”, scriveva Jorge Aníbal, studente della scuola normale di Ayotzinapa. Dopo quella notte Carmen non lo ha più visto, ma per quasi un mese il cellulare continuava a squillare ogni volta che la donna provava a chiamarlo.  Continue reading…