Messico, polizia reprime violentemente manifestazione di insegnanti ad Acapulco

Redazione Infoaut

A due giorni dal compimento del quinto mese dalla tragedia di Iguala, in cui 43 studenti della Scuola Normale Rurale Raúl Isidro Burgos di Ayotzinapa furono rapiti dalla polizia locale e risultano tuttora scomparsi, il Governo messicano dimostra ancora una volta che l’unico terrorismo nel paese è quello perpetrato dallo stato nei confronti dei suoi cittadini. Continue reading…

Educazione zapatista: tra cultura maya e altre culture

Orsetta Bellani, Arivista (Foto: O.B.)

Sogna Antonio che la terra che lavora gli appartiene,
sogna che il suo sudore è pagato con giustizia
e verità, sogna che esiste una scuola per curare l’ignoranza
e medicine per spaventare la morte, sogna
che la sua casa s’illumina e la sua tavola si riempie,
sogna che la sua terra è libera e la sua gente può governare
e governarsi, sogna di essere in pace con se
stesso e il mondo.
Subcomandante Marcos

“Nella nostra scuola insegniamo il maya tzeltal e lo spagnolo. In questo modo le nuove generazioni possono comunicare in lingua nativa, ma anche parlare con altri popoli indigeni e con voi, i non indigeni”, spiega l’educatore Juan. Indossa una camicia a quadri, dei jeans e un paio di stivali a punta –il look da cowboy tipico degli zapatisti- e non sembra curarsi del calore che offusca i contorni della montagna che s’intravede
dalla finestra. Continue reading…